FONDAZIONE LAUREUS SPORT FOR GOOD CORRE LA MILANO MARATHON A COLORI

Le Storie Laureus Comments (0)

Torna l’appuntamento con Milano Marathon, l’evento running dell’anno arrivato ormai alla 18ma edizione, il momento in cui i migliori runner si mettono alla prova.

La passione è ciò che permette di trascendere i propri limiti. È ciò che ci fa correre quando il cuore ci scoppia nel petto, e che muove le gambe esauste dallo sforzo.
È passione contro sacrificio, e per decidere il vincitore occorrono allenamento, cuore e concentrazione.

QUATTRO CUORI, UN OBIETTIVO

Nella staffetta bisogna correre come un corpo solo, rinnovare il vigore e la potenza a ogni tappa. La squadra è una cosa unica, condivide ogni secondo guadagnato, ma anche ogni posizione persa. Quando la combinazione è perfetta, il risultato è bruciante, la vittoria unica, un ricordo indelebile per quattro grandi atleti. Superarsi significa essere migliori, nel fisico come nel cuore.

Ogni passo, ogni curva superata sono stati un passo e una svolta per Fondazione Laureus che rende questo mondo un posto migliore. Una bella giornata di primavera ha accolto i 20mila partecipanti della XVIII edizione di Milano Marathon.

Inoltre, 10mila piccoli runner con i loro accompagnatori hanno corso per passione e per crescere meglio dentro il cerchio dello sport.

Andrea Trabuio, Direttore di Milano Marathon, ha commentato: “La nostra maratona è diventata maggiorenne, ed è un piacere per noi assistere alla crescita costante di questo evento. 20mila persone hanno corso con noi quest’anno, accompagnate dall’entusiasmo di una Milano sempre più coinvolta e vicina ai runner in questa grande giornata di festa, in cui abbiamo registrato un nuovo record con 5.534 finishers della maratona”.

La manifestazione è stata trasmessa non soltanto in Italia, ma anche in Asia e in Australia.

Alcune curiosità

L’uomo più anziano a correre è stato Giuseppe Degrassi, classe 1937, e tanti i francesi, 285 runner che hanno deciso di partecipare alla competizione meneghina. La seconda regione più rappresentata per numero di iscritti, dopo la Lombardia, è stata quella del Piemonte.

Il percorso

1a Frazione: corso Venezia >> via Mario Pagano (km 13,0)
2a Frazione: via Mario Pagano >> via Federico Caprilli (km 11,2)
3a Frazione: via Federico Caprilli >> via Benedetto Croce (km 6,7)
4a Frazione: via Benedetto Croce >> corso Venezia (km 11,3)

Per Laureus, alla partenza della Milano Marathon 275 persone hanno corso tra staffettisti e maratoneti.

Presenti personaggi di primo piano come Ivana Di Martino, ultramaratoneta, Marco Mordente, ex giocatore di basket e medaglia d’argento alle olimpiadi 2004 e Alberto Cova, mezzofondista oro mondiale a Helsinki 1983 e oro olimpico a Los Angeles 1984 nei 10000.

Ed inoltre le ex ginnaste Daniela Masseroni e Fabrizia D’Ottavio e il pilota Gian Maria Gabbiani.

Le aziende protagoniste al fianco di Laureus sono state Bosch, all’interno del progetto “Allenarsi per il futuro”, Adecco, Gruppo Richemont con il suo Running Team e Randstad.

I gruppi di runner sostenitori

Tifo, entusiasmo e spirito sportivo sono il filo conduttore che ha legato i gruppi di sostenitori Laureus più motivati e colorati. Mancavano solo i Pokemon. Tutti allenatissimi e grintosi, hanno ognuno una caratteristica specifica, una sorta di personalità di gruppo che li unisce identificandoli come singoli insiemi.
Eccoli:

Impossible Target, runner per hobby e per passione, alcuni con ultramaratone al loro attivo. Sono i Supereroi dei bambini Laureus.

Allenatori Laureus, i punti di riferimento dei ragazzi che crescono grazie a loro nello sport per un futuro migliore.

Novy Gagarin, gli amici del Mongol Rally in partenza a luglio da Milano e che in un mese ‘atterreranno’ in Siberia a Ulan Ude. Questa corsa a scopo benefico ha come tema del viaggio #astronauti e il viaggio spaziale. In primissima fila un Pandanauta bianco e nero e due Astronauti, citatissimi da tutti i media accreditati alla manifestazione.

– 1 staffetta con Roberta Guaineri, Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano che è una grande sportiva con il debole per la corsa. Il suo impegno per la città guarda alla cultura della legalità da realizzarsi con la diffusione dello sport e della cultura nelle periferie. L’Assessore, con un braccio rotto, ha deciso di correre comunque per sostenere Laureus Italia.

Gazzelle On The Road, atletiche runner che compongono un affusolato gruppo al femminile.

Magnifica la parata finale alle 14 per chiudere una giornata di festa all’insegna della solidarietà, magliette blu Laureus e costumi di Supereroi insieme a panda e astronauti.

Un grazie di cuore a chi ha partecipato e ha permesso a Laureus Sport for Good di sostenere, con l’importo donato, 3 bambini nel loro percorso sportivo del prossimo anno.

Grazie a tutti i nostri eroi presenti anche in remoto, a cui ricordiamo che possono continuare a sostenerci tramite Rete del Dono https://www.retedeldono.it/it/progetti/laureus-fondazione-italia-onlus/be-a-hero-milano-marathon-2018 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageShare on StumbleUponShare on VKFlattr the author

» Le Storie Laureus » FONDAZIONE LAUREUS SPORT FOR GOOD...
On April 16, 2018
By
, , , , , , , , ,

Comments are closed.

«