fbpx

News

  • IL PROGETTO SOFTBALL PREMIATO DA NIKE

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Aggregazione, accoglienza, divertimento e riscatto. Sono questi i principali benefici del progetto Softball, a Quarto Oggiaro, alla periferia di Milano (guarda il video su RepTV). Abbiamo insegnato a ragazze adolescenti, cresciute in condizioni di forte deprivazione economica e sociale, a giocare a softball (il baseball al femminile) e, attraverso lo sport, a sentirsi parte di un gruppo, ma soprattutto, a sentirsi più forti.

    Attraverso la pratica di una disciplina sportiva, queste ragazze hanno potuto imparare il rispetto delle regole, la costanza dell’impegno, l’autostima e il lavorare in squadra. Questo progetto volto a valorizzare le grandi potenzialità delle ragazze, anche nello sport, è stato premiato dal Nike Community Impact Fund, per la prima volta assegnato anche in Italia, proprio per la sua carica positiva, per la capacità di valorizzare il gioco e lo sport come una parte fondamentale della vita e come strumento di crescita. Forza ragazze!

    On July 11, 2019
    By

    Read More »
  • IWC DRAWING COMPETITION: SUPPORTA MARGHERITA NELLA FINALE

    Le Storie Laureus Comments (0)

    È tempo di votare. Fino al 17 luglio potrai scegliere quale tra i disegni dei tre finalisti dell’IWC Drawing Competition, che ha scatenato il talento creativo dei più giovani e la loro straordinaria sensibilità, è il tuo preferito.

    Tema del concorso, per questa edizione, è il concetto di cura nella vita di tutti i giorni e, in particolare, come lo sport abbia cambiato il loro punto di vista sul prendersi cura di sè, delle loro famiglie e degli altri.

    Il disegno più votato sarà inciso sul retro del modello IWC Schaffhausen “Laureus Sport per Good” del 2020 in edizione speciale, il vincitore incontrerà un membro dell’Academy Laureus, mentre il programma riceverà una donazione da IWC.

     

    Il disegno di Margherita

    Il disegno di Margherita

     

    Laureus Italia ha la fortuna di supportare Margherita, 10 anni, dalla Polisportiva Garegnano, come unica candidata europea alla vittoria finale. Aiutaci a realizzare il suo sogno!

     

    VOTA PER MARGHERITA

     

     

     

    On July 11, 2019
    By

    Read More »
  • PAPA FRANCESCO TIFA SPORT FOR GOOD

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Grande emozione, in casa Laureus Italia, per la consegna della maglia ufficiale personalizzata a Papa Francesco da parte di Radek Jelinek, presidente di Mercedes-Benz Italia, nel corso del suo incontro ufficiale in Vaticano con il Santo Padre.

    Da sempre appassionato di sport e sostenitore delle buone pratiche nel campo dell’inclusione sociale, Bergoglio si è detto molto contento delle attività, in Italia e nel mondo, della nostra Fondazione e pronto a “tifare” per la prosecuzione e l’ampliamento del nostro calendario annuale di progetti.

    On June 28, 2019
    By

    Read More »
  • TORNA WE PLAYGROUND TOGETHER

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Dopo il successo dello scorso anno, che ha visto la riqualificazione del playground del Parco Vittorio Formentano, conosciuto dai milanesi come Parco Marinai d’Italia, Danilo Gallinari, noto cestista NBA, ritorna a Milano con WE PLAYGROUND TOGETHER, il progetto di integrazione sociale attraverso lo sport, realizzato in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Milano e il contributo di Fondazione Laureus Italia Onlus, di cui Danilo Gallinari è Ambasciatore.

    L’edizione 2019 prevede la riqualificazione di una vasta area sportiva in Viale Sarca, composta da un campo da basket e, novità di quest’anno, da un campo da calcio a 5.

    Gli impianti verranno tutti rinnovati: le pavimentazioni in resina per campi sportivi di Mapei, storica azienda italiana leader del mondo dell’edilizia, saranno personalizzate dall’estro creativo del Centro Stile di Garage Italia, la spettacolare officina per la customizzazione di auto, moto, aerei e barche; attrezzature di nuova generazione sostituiranno i vecchi canestri e tabelloni; anche il campo da calcio vedrà nuova vita, con il restyling di porte e manto erboso; infine, le panchine verranno sostituite al fine di accogliere tutti i giovani (e non solo!) del quartiere che vivono lo sport come un momento di condivisione e di scambio.

    L’idea alla base del progetto è semplice: rendere gli sport di strada, come il basket e il calcio, praticabili, divertenti e alla portata di tutti, riqualificando i “campetti” dei quartieri, affinché diventino nuovamente luoghi di aggregazione trasversale per gli abitanti della zona. Fenomeno, questo, ben noto e diffuso in tante realtà europee e d’oltreoceano, dove si ritiene che lo sport stimoli il confronto tra persone con identità e storie differenti. Importante, infine, la funzione di “collante” degli sport di squadra che, per loro natura, uniscono in nome di una passione comune.

    “Girando per Milano, mi imbatto spesso in playground che, seppur non in stato ottimale, sono frequentati da appassionati che meriterebbero un luogo più accogliente dove poter giocare in tutta sicurezza”, dichiara Danilo Gallinari, testimonial e sostenitore dell’iniziativa, a cui fa eco Michele Ponti, co-ideatore e anima organizzativa del progetto, che ribadisce l’importanza sociale di queste nuove «piazze di quartiere»: “Il progetto è nato l’anno scorso per essere realizzato su base triennale ed il successo ottenuto dal playground di Parco Marinai d’Italia non ha fatto altro che accrescere in me e Danilo la convinzione di essere sulla strada giusta e di voler portare a termine l’impegno preso con la Città.

    Insieme al Comune di Milano, abbiamo individuato un nuovo campo da ripristinare e, tra le varie possibilità, la scelta è ricaduta sull’area di Viale Sarca, che ci permette di coinvolgere anche gli appassionati di calcio. Questi nuovi luoghi assumono un ruolo importante nella vita quotidiana dei giovani, diventando sempre più un vero punto di aggregazione, dove la voglia di giocare, divertirsi e conoscere nuove persone si fonde con la passione per lo sport.”

     

    Contribuisci anche tu al progetto, ottieni una sfida o un pomeriggio con Danilo Gallinari su Charity Stars!

     

    On June 28, 2019
    By

    Read More »
  • UN ANNO CON GRINTASORRISO

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Si stanno avviando alla conclusione i progetti promossi da Fondazione Laureus Italia sul territorio milanese e che ci hanno visti attivi nelle periferie della città con progetti legati a 9 tipologie di sport (calcio, basket, volley, judo, ginnastica artistica, softball, karate, scherma, capoeira) coinvolgendo 12 Associazioni sportive, 12 scuole, più di 850 bambini.

    Gran parte del lavoro svolto è stato reso possibile grazie al sostegno di GrintaSorriso, iniziativa di Responsabilità sociale promossa dal progetto residenziale Washington Building.

    Grazie a tale sostegno, Il progetto Laureus Sport for Good Milano ha potuto inserire 80 bambini tra gli 8 e i 10 anni in 3 differenti tipi di attività sportive in 3 aree periferiche della città di Milano e avviare percorsi di psicomotricità in 12 scuole cittadine che hanno coinvolto 650 bambini di 6 e 7 anni.

    Nello specifico il sostegno di GrintaSorriso ha permesso di:

    coinvolgere

    • 80 bambini, a rischio di emarginazione sociale, in differenti attività sportive con il presidio psico educativo di psicologi dello sport.
    • 30 insegnanti in attività formative sul tema sport/educazione
    • 25 allenatori nelle attività di formazione sui 3 moduli: psicologico, motorio e pedagogico

    inserire

    • 650 bambini dai 6 ai 7 anni (classi prime elementari) in programmi di psicomotricità e avviamento allo sport

    rafforzare

    • La collaborazione tra insegnanti e allenatori, attraverso la figura in campo del tutor Laureus, allo scopo di una condivisione comune di obiettivi che vede lo sport strumento educativo e formativo del bambino

     

    LE ATTIVITÀ SPORTIVE SOSTENUTE DA GRINTASORRISO

    JUDO

    Laureus opera nel quartiere di Giambellino attraverso il judo da diversi anni in collaborazione con a.s.d. Budosan del maestro Andrea Di Mattia. Qui le problematiche riscontrate sono state quelle tipiche della periferia di Milano, in particolare di integrazione e di difficile accesso alla pratica sportiva. Laureus attraverso la disciplina sportiva del judo ha lavorato fortemente sul rispetto delle regole e sulla gestione dell’aggressività.

    SOFTBALL

    Laureus ha proposto il progetto softball grazie alla collaborazione con Milano Baseball 1946, società sportiva che si trova proprio nel quartiere di Giambellino. Peculiarità di questa disciplina è stata la possibilità di coinvolgere le ragazze anche nella fase della preadolescenza

     

    MINIBASKET

    Laureus sostiene progetti nella scuola primaria Baroni da quasi 5 anni. Laureus cerca infatti di educare i ragazzi al rispetto delle regole, alla comunicazione tra pari e con l’adulto di riferimento affinché possano acquisire delle competenze sia da un punto di vista emotivo, psicologico e motorio.

    PSICOMOTRICITÀ-AVVIAMENTO ALLO SPORT

    Il sostegno di GrintaSorriso ha permesso di sviluppare percorsi di “psicomotricità-avvio allo sport” per 26 classi del primo anno di scuola primaria. L’intervento ha proposto cicl di 12 incontri per ogni classe nei quartieri di Quarto Oggiaro, Gallaratese, Giambellino, Gratosoglio, Corvetto e XXII Marzo.

    Questo tipo di operazione ha avuto una triplice valenza:

    1. Favorire la nascita e la passione per lo sport
    2. Offrire la possibilità di effettuare uno screening su possibili problematiche emergenti
    3. Coinvolgere i docenti in un lavoro di osservazione del gruppo e dei singoli fuori dal contesto classe

    On June 14, 2019
    By

    Read More »
  • SWM COMMUNITY DAY A MILANO PER ISTITUTO PARETO

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Grande occasione di team building e arricchimento personale, il 9 maggio, durante l’evento di volontariato aziendale, presso l’Istituto Pareto di via Sapri 50 a Milan, per i dipendenti Richemont Italia.

    I membri dei team di lavoro per brand prestigiosi come IWC, Jaeger-LeCoultre, Baume & Mercier, Vacheron Constantin, Piaget, A. Lange & Söhne e Roger Dubuis, si sono dedicati a rinfrescare le pareti del plesso scolastico e a una intensa fase di gioco con i giovanissimi studenti.

    Grintasorriso, nostro fondamentale sostenitore in tutti i progetti attivi nell’area di Milano, ha contribuito all’iniziativa con il materiale e il sostegno di personale qualificato, due capi-imbianchino, che ha guidato i volontari nelle attività della giornata.

     

    On June 7, 2019
    By

    Read More »
  • LAUREUS PROTAGONISTA ALLO SPONSORSHIP FESTIVAL

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Sabato 11 maggio, a Varese, Laureus italia ha partecipato alla prima edizione dello Sponsorship Festival. Nato da un’idea di Matteo Giordano Pastore, consulente marketing e comunicazione nel settore sportivo, l’evento vuole essere un momento di riflessione e di formazione sul tema della pubblicità e delle sponsorizzazioni nello sport, oltre ad analizzare le prospettive economiche del settore.

    Negli spazi dedicati alla nostra Fondazione, assieme alla direttrice Daria Braga sono intervenuti anche Umberto Gandini e Giovanni Bruno, membri del board Laureus, Eugenio Blasetti, responsabile Comunicazione Mercedes, e le nostre ambasciatrici Valentina Diouf, Angelica Savrayuk e Daniela Masseroni. Tra gli altri ad aver preso parte all’evento, anche Roberto Maroni, ex governatore della Regione Lombardia, Marcel Vulpis, direttore di Sporteconomy.it ed Egidio Bianchi, presidente della Lega Basket.

    On June 7, 2019
    By

    Read More »
  • ♦ GIOCHI SENZA CARTELLA: 2^ EDIZIONE A MILANO

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Oltre 900 bambini e ragazzi, tra i 9 e i 14 anni, hanno partecipato, mercoledì 15 maggio, alla 2^ edizione di Giochi senza Cartella, manifestazione che ci ha visto protagonisti, presso il Centro Sportivo Pavesi del quartiere Gallaratese di Milano.

    Frutto della collaborazione con l’Istituto Pareto, la Polisportiva Garegnano e l’Oratoio Santa Cecilia, la giornata di festa è stata l’ultimo atto del progetto Sport For Good, realizzato grazie al finanziamento della Fondazione Cariplo e della Regione Lombardia, promosso in occasione della 4ª edizione del “Bando Sport: un’occasione per crescere insieme”. Un progetto, cui hanno preso parte oltre 200 bambini, che ha voluto porre l’accento sui temi dell’abbandono sportivo e dell’inclusione dei bambini non sufficientemente abili per praticare lo sport.

    «A ogni bambino – ha dichiarato il nostro coordinatore educativo Giovanni Ghidini a Sporteconomy – dobbiamo garantire il lusso di praticare uno sport di alto livello dal punto di vista sportivo ed educativo. Per un bambino il lusso consiste nell’avere un allenatore che ti trascina e ti appassiona per tutta la vita. Il nostro compito è quello di creare questo lusso in tutte le periferie delle nostre città».

    Ghidini ha anche tracciato un parallelo importante tra i bambini protagonisti della giornata e i campioni che prestano la loro immagine come Ambassador della nostra Fondazione: «Tra i campioni dello sport e i nostri ragazzi c’è disparità solo per la storia finale, ma non per quello che c’è alla base dell’attività sportiva. Per i nostri bambini volgere lo sguardo ai campioni più celebrati è come scorgere dalla finestra il profilo del Duomo di Milano o come osservare all’orizzonte lo skyline della città».

    On June 7, 2019
    By

    Read More »
  • ♦ LAUREUS WORLD SPORTS AWARDS 2019

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Il n. 1 del tennis Novak Djokovic, la ginnasta da record Simone Biles, la leggenda del golf Tiger Woods e la nazionale di calcio francese sono tra i grandi vincitori dell’edizione 2019 dei Laureus World Sports Awards.

    In compagnia di SAS il Principe Alberto II di Monaco, Novak Djokovic ha sconfitto l’agguerrita concorrenza di Kylian Mbappe, Eliud Kipchoge e LeBron James aggiudicandosi il Laureus World Sportsman of the Year Award. Novak, che ha vinto Wimbledon e gli US Open nel 2018 dopo essersi sottoposto a un intervento chirurgico al gomito, ottiene il quarto Laureus World Sportsman of the Year.

    Dopo aver ricevuto il premio, Novak ha affermato: “Un Laureus Award è ciò che qualsiasi atleta desidera vincere e questo è per me un grande onore. Trovarmi qui insieme a così tanti grandi nomi dello sport e ascoltare l’incredibile lavoro che Laureus fa in tutto il mondo conferisce a questo premio un particolare significato.

    “Lo scorso anno è stato eccezionale per me, dopo l’intervento chirurgico tornare a vincere Wimbledon e gli US Open è qualcosa che ricorderò per sempre. Sono molto felice e desidero ringraziare sinceramente la Laureus Academy per il supporto che mi ha dato”.

    La Laureus World Sports Academy – composta da 68 leggende dello sport internazionale – ha votato i vincitori tra i finalisti per ogni categoria in base ai risultati sportivi ottenuti nell’anno solare 2018. I premi sono stati presentati dall’attore James Marsden e l’intrattenimento musicale è stato garantito da Jorja Smith, cantautrice candidata ai Grammy.

    Dopo le performance da record ai Campionati mondiali di ginnastica in cui si è aggiudicata quattro ori, Simone Biles è stata incoronata Laureus World Sportswoman of the Year. La Biles, che ha vinto anche il premio Sportswoman nel 2017, è passata alla storia lo scorso anno diventando la prima donna a vincere quattro campionati mondiali all-around. A soli 21 anni vanta 14 titoli mondiali in carriera da record.

    La nazionale francese vincitrice della Coppa del Mondo FIFA è diventata la prima nazionale di calcio a ottenere per la seconda volta il Laureus World Team of the Year Award, sbaragliando gli altri team leader mondiali come il team di Formula 1 Mercedes AMG Petronas, i Golden State Warriors e il Real Madrid. Il coach della nazionale francese Didier Deschamps era presente a Monaco per ritirare il premio per conto della squadra.

    Naomi Osaka, prima star del tennis giapponese ad aver partecipato al Grande Slam, ha ricevuto il Laureus World Breakthrough of the Year Award (Rivelazione dell’anno) per la sua vittoria agli US Open, durante i quali ha sconfitto la cinque volte vincitrice di un premio Laureus Serena Williams. Osaka, 21 anni, attualmente numero uno a livello mondiale, passa alla storia come la prima giapponese a ricevere un premio Laureus.

    La star del golf e il dieci volte candidato a un premio Laureus Tiger Woods si è aggiudicato il terzo Laureus Award, dopo aver vinto il premio Laureus World Sportsman of the Year all’edizione 2000 e 2001. L’americano ha ricevuto il Laureus World Comeback of the Year Award (Ritorno dell’anno) per aver vinto il Tour Championship, la prima vittoria in 1.876 giorni, tornando sui campi da golf dopo un intervento chirurgico di fusione spinale.

    La diciassettenne americana Chloe Kim, rivelazione dello snowboard, divenuta la più giovane atleta donna a vincere un oro nello snowboard alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, ha ricevuto l’Action Sportsperson of the Year Award.La sciatrice alpina slovacca Henrieta Farkašová – con il supporto della sua guida Natalia Subrtova – ha vinto il Sportsperson of the Year with a Disability Award dopo essere diventata l’atleta paralimpica invernale più medagliata a Pyeongchang con quattro ori nella discesa libera, nello slalom gigante, nella supercombinata e nel super-G per ipovedenti oltre all’argento nello slalom.

    Con la partecipazione di sportivi famosi, celebrità e imprenditori di tutto il mondo, la cerimonia di premiazione ha inoltre celebrato il lavoro di Laureus Sport for Good che mira a trasformare la vita di tanti ragazzi. Nel 2018 quasi 300.000 giovani in tutto il mondo hanno tratto vantaggio diretto da oltre 160 programmi supportati da Laureus Sport for Good in 40 Paesi, operando per mettere fine a violenza, discriminazione e disuguaglianza e impiegando lo sport come strumento di cambiamento.

    Yuwa, un’organizzazione impegnata nello sviluppo attraverso lo sport operante nella regione rurale del Jharkhand nel nord dell’India, ha ricevuto il Laureus Sport for Good Award per l’incredibile lavoro svolto, utilizzando il calcio per migliorare la vita di tante giovani ragazze provenienti da comunità svantaggiate. Attraverso il calcio, le ragazze superano la violenza, ritrovano autostima e fiducia in sé stesse, e iniziano a cambiare la percezione di ciò che una ragazza di un villaggio rurale in India è in grado di raggiungere. Uno dei principali ambiti di attenzione di Laureus Sport for Good è la promozione dell’uguaglianza, dell’emancipazione e della sicurezza delle ragazze e delle giovani donne. Dei 296.300 giovani e bambini che i programmi di Laureus Sport for Good hanno raggiunto in tutto il mondo nel 2018, il 49% è costituito da giovani donne e ragazze.

    La Laureus World Sports Academy ha premiato il maratoneta Eliud Kipchoge che ha stabilito un record mondiale con il Laureus Academy Exceptional Achievement Award. Kipchoge, che ha ottenuto il miglior tempo di sempre in una maratona a Berlino raggiungendo il traguardo in 2 ore 1 minuto e 39 secondi, ha superato il precedente record di ben 1 minuto e 18 secondi.

    Il leggendario tecnico di calcio francese Arsène Wenger ha ricevuto il Laureus Lifetime Achievement Award per il suo contributo al calcio nel corso dei suoi 22 anni come manager dell’Arsenal. Durante tale periodo è passato alla storia per aver guidato gli “invicibili” che sono rimasti imbattuti per un’intera stagione, e ha contribuito in modo sostanziale al calcio inglese attraverso le sue attività di scouting, allenamento e dieta, e alla sua filosofia improntata all’attacco.

    Arsène ha ricevuto la guardia d’onore alla cerimonia dai leggendari capitani dell’Arsenal Patrick Viera e Cesc Fabregas e dalle leggende del calcio Alessandro Del Piero, Luis Figo, Fabio Capello, Didier Deschamps, Cafu e Alex Scott. Il premio conferito ad Arsène è stato presentato da Patrick Viera e Cesc Fabregas.

    L’incredibile carriera della star dello sci Lindsey Vonn è stata riconosciuta dalla Laureus Academy con il Laureus Spirit of Sport Award. Lo Spirit of Sport Award viene conferito a discrezione dell’Academy per premiare l’atleta o la squadra che ha raggiunto successi importanti e ha mostrato instancabile dedizione nella propria disciplina sportiva. La Vonn, la più grande sciatrice di tutti i tempi, ha recentemente annunciato il ritiro dalle piste da sci. È una delle sole due sciatrici che si sono aggiudicate quattro Coppe del Mondo e ha vinto otto titoli di Coppa del Mondo nella discesa libera.

    L’incredibile scalatore cinese Xia Boyu è stato il più votato dal pubblico e si è aggiudicato il Laureus Sporting Moment of the Year. Xia è stato premiato per la tenacia con la quale è divenuto il secondo doppio amputato ad aver scalato l’Everest e il primo a raggiungere la cima dal lato nepalese. Insieme a Xia tra i primi tre candidati al Laureus Sporting Moment of the Year a Monaco erano presenti: Siya Kolisi,primo capitano nero sudafricano a guidare la propria squadra in un Test match e la leggenda del rugby scozzese Doddie Weir, che sta lottando contro la sclerosi laterale amiotrofica.

    On February 20, 2019
    By

    Read More »
  • ♦ CORRI LA MILANO MARATHON 2019 CON LAUREUS!

    Le Storie Laureus Comments (0)

    Corri con Fondazione Laureus e aiuta i bambini dei quartieri più difficili di Milano a sognare un futuro migliore, grazie allo sport.

    Ci saremo anche noi alla prossima Generali Milano Marathon 2019, insieme ai nostri runner: campioni del cuore, prima ancora che dello sport.

    Attraverseremo insieme la città e faremo un tratto del percorso anche nel Quartiere Gallaratese.  Qui Fondazione Laureus sta realizzando un progetto di sostegno a bambini che non possono praticare nessuna disciplina, a causa di condizioni sociali ed economiche svantaggiose.

    Con la tua partecipazione sosterrai il progetto “SPORT NON STOP”, grazie al quale Fondazione Laureus regala un anno di sport a bambini per i quali questo sarebbe un sogno inaccessibile. A loro garantiamo non solo l’iscrizione per un anno ad un centro sportivo, ma anche il supporto psico-pedagogico, l’assicurazione e il kit sportivo.

    Con soli 500 euro possiamo trasformare in realtà il sogno di un bimbo che nello sport può trovare valori sani e il piacere di fare squadra con altri bimbi come lui.

    Fondazione Laureus, attraverso la partecipazione alla Generali Milano Marathon 2019 vuole regalare un anno di sport a 20 bambini.

    Ma serve il supporto di tutti.  Allora corri con noi e con i bambini di Laureus. Resta al nostro fianco affinché lo sport non si fermi. Sostieni anche tu lo “SPORT NON STOP”!

     ISCRIVITI QUI!

    On February 20, 2019
    By

    Read More »