♦ LIEVITO SPORTIVO #3

Le Storie Laureus Comments (0)

Lievito Sportivo, una rubrica in pillole che racconta il mondo di Laureus Italia a cura di Gianni Ghidini, coordinatore educativo della nostra fondazione.

“Non avevo ancora incontrato le sue maestre. Ma il suo ingresso in palestra immediatamente mi colpì, come colpiscono alcune fotografie e non altre  in una mostra. Si chiama Maria (nome di fantasia) ed ha sei anni.  Alterna momenti di titubanza con momenti di esuberanza fuori controllo. Indossa dei vestiti molto stretti per il suo corpicino abbondante. Sulla porta di ingresso della palestra si tira ripetutamente giù la maglietta ed i pantaloncini blu di un materiale tipo spugna verso l’alto nella speranza che i tessuti si allunghino. I pantaloncini effettivamente salgono ma si ritraggono sul sedere, e se alza le braccia immediatamente il suo pancino fugge in fuori con tutta la curiosità della sua giovane età. E’ una lotta, tra pancia e sedere, che ogni tanto Maria abbandona al suo destino mettendosi a correre a più non posso per qualche metro. Poi si ferma ansimante. Quella sua corsa tumultuosa mi inumidisce gli occhi. Maria è pervasa dal desiderio, di esserci, di trovare una sguardo che la possa abbracciare e farla saltare in aria. La corsa della bambina parte con gli occhi grandi alla ricerca di una approvazione, di un incoraggiamento che non trova né nelle sue sensazioni, né nello sguardo di qualche amica. Sono troppo piccoli per sostenersi a vicenda. Serve lo sguardo di un adulto che la capisce, che la legge. Lei non va gran che bene a scuola. La maestra dice che è un po’ insicura e disordinata, come la sua corsa mi vien da dire.”

Laureus deve far sintonizzare il suo allenatore su questa frequenza. Laureus trova qui la sua profondità. Maria deve incontrare due cose il prima possibile:

  • Uno sguardo che la cerchi mentre corre e che le dica brava Maria, bravissima. Adesso proviamo un po’ ad appoggiare il piede meglio, a spingere con le braccia, a tenere le spalle ….
  • Una bella divisa con dei pantaloncini ed una maglietta che le stiano giuste. Ogni bambina dovrebbe avere il diritto di sentirsi bella mentre corre.

Se  Maria si sentirà bene con il suo corpo,  se lo sport la conquisterà, diventerà una studentessa migliore, troverà la sua strada attingendo alle risorse interne che nessuno gli porterà via, nemmeno una famiglia  distratta dai troppi problemi che deve gestire. Maria potrà vincere. La maestra la dovrà vederla  correre verso il futuro.”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageShare on StumbleUponShare on VKFlattr the author

» Le Storie Laureus » ♦ LIEVITO SPORTIVO #3
On June 4, 2018
By
, , , , , ,

Comments are closed.

« »